Il denaro, come ogni cosa su questa terra, è una forma di energia. Nella frequenza del denaro tu attrai ricchezza, abbondanza e stabilità economica. Ma bisogna fare chiarezza su molte cose a tale riguardo, perché c’è tanta confusione, condizionamenti, false certezze e sensi di colpa. Proveremo a dire qualcosa in merito, anche se l’argomento è assai vasto e non possiamo trattarlo qui approfonditamente.

I potenti di tutti i tempi sapevano e sanno bene come attrarre e come risuonare con la frequenza della ricchezza. Lo sanno così bene che hanno tenuto celato il “loro segreto” alle masse, giungendo a dipingere il denaro come “sterco del diavolo” e come qualcosa di malvagio e peccaminoso. Ma è una finzione messa in atto solo per deviarci dalla verità. Ecco, in questo tempo storico e di cambiamento energetico, è giunto il momento di fare un po’ di chiarezza. Il denaro è un movimento d’energia che parte da dentro, informa l’esterno, e torna a te come ricchezza ed abbondanza. Non puoi pensare di fare denaro e mantenerlo nella frequenza della carenza interiore, della paura, della colpa e dell’inadeguatezza. Se senti questo, prima o dopo perderai tutto, anche ciò che hai guadagnato con sacrificio! Oggi più che mai ogni cosa viene con forza alla luce e si manifesta.

Se sulla terra esistono ancora delle persone ricchissime ma tiranne, è perché l’umanità deve compiere la sua evoluzione, il suo salto quantico, e questi “sfruttatori” stanno soltanto lavorando (nel sottile e forse anche inconsapevolmente) per il tuo risveglio. Allora comincia a guardare a te stesso, e lascia perdere ciò che si muove nel mondo illusorio esterno. Centra la tua attenzione su di te per riuscire a cambiare il la tua realtà e la realtà che ti circonda. Perché il tuo cambiamento interiore ti porterà impercettibilmente su un’altra “linea di vita” dove la realtà sarà pian piano differente (anche se in maniera non immediatamente misurabile) da quella che sperimentavi prima. È un gioco di spostamento (di Transurfing come dice Vadim Zeland) tra una dimensione ed un’altra. E devi sapere che c’è una dimensione, nell’universo olografico, in cui tu stai già sperimentando la ricchezza, in cui tu sei nell’assoluta abbondanza… devi solo “connetterti” ad essa.

Quindi comincia a fare pulizia dentro di te su tutti i preconcetti e le falsità che ti hanno inculcato, e in cui tu credi, in merito al denaro. Vedi il denaro come un mezzo e mai come un fine. Vedi il denaro come uno stato interiore e mai come un conto in banca o un forziere da riempire e da nascondere.
Fai questi passi:
1) crea dentro di te una bolla luminosa di gratitudine per ciò che hai già;
2) senti dentro di te l’abbondanza: per fare ciò aiutati anche con la bellezza e la ricchezza della natura o con pensieri di ricchezza d’ogni genere;
3) dai forza dentro di te al tuo sogno, al tuo progetto di vita;
4) non preoccuparti su come realizzare il tuo progetto, con quali soldi e con quali risorse, ma pensa in grande;
5) sii pronto/a a ricevere miracoli.

Conta ciò che vuoi ottenere e non il denaro con cui potrai ottenerlo. Perché se ti concentri solo sul denaro stai sperimentando la carenza, in quanto esso al momento ti manca; mentre se resti fisso/a sul tuo progetto stai creando abbondanza. L’universo dovrà assecondare per forza il tuo sentire più profondo, ed il denaro giungerà a te… anche più di quello che ti occorre. È la legge di risonanza!

Però, ripetiamo, è indispensabile eliminare tutti i preconcetti che hai nei confronti del denaro. Eccone alcuni, in modo che potrai vedere e sentire quali potrebbero essere presenti e quindi esserti d’ostacolo:
– Il denaro è frutto di sacrificio e di sofferenza.
– Il denaro è sporco, immondo e frutto del male.
– I ricchi sono tutti cattivi, avari e corrotti.
– La ricchezza è tutta nelle mani delle peggiori persone del mondo.
– Il denaro è l’opposto della spiritualità.
– Se divento ricco/a sarò un uomo, una donna peggiore.
– Io non merito la ricchezza.
– Io non sarò mai ricco/a.
– Io non voglio essere ricco/a.
– Io non voglio essere più ricco/a dei miei familiari o delle persone più povere della mia famiglia.
– Io non saprei come gestire la ricchezza.
– Il denaro serve solo per portarti alla perdizione.
– Il denaro è il padre di tutti i vizi e dell’ozio.

Perciò crea il terreno interiore idoneo dove potrà attecchire il seme della ricchezza. In definitiva il denaro, come tutto, è frutto dell’energia dell’Amore. Se in te c’è amore – vero amore – non potrai sperimentare mai la carenza. Ma devi innanzitutto imparare ad amare te stesso/a, a vedere te stesso/a come un essere luminoso e degno di tutta l’abbondanza e la ricchezza di cui necessiti.

Nel verde del denaro (il biglietto verde del dollaro ad esempio, o i 100 euro) capovolgi la tua visione della ricchezza. Ribalta persino il significato delle parole e delle frasi fatte: Si dice essere al verde, infatti, ma tu trasforma interiormente questa espressione. Tu sii al verde – nel colore verde – della ricchezza, dell’abbondanza e della fruizione del denaro che alimenta il tuo grandioso progetto di vita.

Puoi farlo!