Il Color Piombo, l’archetipo del guerriero posto a protezione dello spazio sacro, del tuo spazio sacro ed inviolabile, quel tempio che spesso hai lasciato – purtroppo – che venisse profanato. Il Piombo che simboleggia la difesa dei tuoi confini, la capacità e l’importanza di saper dire di NO.

Il Guerriero dentro di noi ci esorta e ci sprona al coraggio, alla disciplina, all’evasione dalle gabbie che ci costringono e che ci imprigionano, alla lotta. Perché ogni volta che cedi ad altri la tua “integrità e sovranità interiore” stai facendo la tua rovina; ciò accade spesso per quieto vivere, per buonismo, per paura dello scontro, per interessi personali… ma è sempre una sconfitta interiore, anche quando ci sembra di aver salvato la “pace”. Perché, prima o dopo, la tua anima e la tua coscienza ti chiederanno il conto.

Attiva dunque il tuo guerriero interiore quando è necessario difendere te stesso, i tuoi confini, il tuo diritto all’esistenza, il tuo spazio vitale. Però sii integro, sii trasparente come un cristallo ove nulla può essere celato alla vista di un occhio attento.

Agisci senza reagire, fai come Arjuna, nella Bhagavad Gita, che combatte il nemico – guidato da Krishna – senza odio, rancore o tornaconto personale.
Il guerriero predilige l’azione per l’azione, e non guarda gli “interessi contingenti ed effimeri” del suo operare.

Che l’autodisciplina sia la tua stella Polare, e che la fermezza sia il tuo credo! Anche quando questo costa molto in termini economici, sociali, personali.

Il Guerriero è il guardiano della Porta del Cuore, che dice: “Altolà! Qualificati o sparo”; deve essere così vigile da riconoscere ogni minimo attentato alla nostra integrità psicofisica, deve usare bene l’organo della vista e dell’olfatto per stare all’erta verso tutti i pericoli ed i potenziali invasori. Egli sa dire NO a chi infrange, invade, dissacra, calpesta la sua vita e la sua libertà interiore. “Via, via! Fuori dal mio spazio vitale! Fuori dallo spazio sacro del mio Tempio!”.

Fai però estrema attenzione a non trasformare il tuo Guerriero in una figura estremamente dura, rigida, amante più della competizione e della vittoria che delle ragioni dell’Essere. In tal caso il Guerriero si trasformerebbe in un’energia troppo giudicante, razionale, e crudele nei confronti di tutto ciò che viene ritenuto segno di debolezza. E dunque lotterebbe contro la tenerezza, la sensibilità, la fragilità, l’accoglienza, la comprensione e la tolleranza; doti che, se epurate dalla debolezza e dalla paura, sono necessarie alla nostra evoluzione.

Caratteristiche del Piombo

<< Il piombo è l’elemento chimico di numero atomico 82. Il suo simbolo è Pb.
È un metallo tenero, denso, duttile e malleabile.
Di colore bianco azzurrognolo appena tagliato, esposto all’aria si colora di grigio scuro.

Il piombo viene usato nell’edilizia, nella produzione di batterie per auto-trazione e di proiettili per armi da fuoco e, allo stato liquido, come refrigerante nei reattori nucleari, a volte in lega eutettica con il bismuto.
Il piombo è un componente del peltro e di leghe metalliche usate per la saldatura.

Esso possiede anche una relativamente bassa conducibilità elettrica. Può essere reso più duro per aggiunta di una piccola quantità di antimonio. Questa lega è stata a lungo usata per gli inchiostri da stampa.

È molto resistente alla corrosione: non viene intaccato dall’acido solforico, si scioglie però in acido nitrico. Ha l’importante proprietà di assorbire le radiazioni.

Il piombo è presente naturalmente nell’ambiente in quantità esigue, tuttavia la maggior parte del piombo che si trova disperso in natura è prodotto da attività umane.
In seguito all’aggiunta del piombo tetraetile come additivo antidetonante alla benzina è stato generato un ciclo artificiale del piombo.

Nei motori delle automobili veniva bruciato piombo che si combinava con altri elementi formando cloruri, bromuri e ossidi. L’addizione di composti organici del piombo alla benzina è stata abbandonata per ragioni ambientali all’inizio del XX secolo nella maggior parte delle nazioni. >>
(fonte Wikipedia)

Dunque, utilizza l’accezione di piombo non come proiettile o arma da fuoco di distruzione, ma come forza di penetrazione nel mondo e di creazione e protezione del tuo spazio vitale. Il Piombo ti consente di schermare il tetto del tuo tempio (della tua Cattedrale interiore) in modo da non dover rimanere mai indifeso e senza protezione. Perché proteggere se stessi è un dovere prima che un diritto!

Nel color Piombo del Guerriero impara dunque a difendere il tuo mondo interiore dagli attacchi esterni, ma anche da quelli interni a te stesso. Crea una barriera ed un tetto per il tuo Tempio, e lì concedi a te stesso di cercare il divino e di coltivare le tue preziosissime doti animiche.

Samya Ilaria di Donato
– La scrittrice dei colori –

Scopri di più leggendo i miei libri
–> i Libri di Samya