Grigio Fumo

Alla scoperta del colore nella moda e nel design


La terra di nessuno (dove sono?)

– Luce – Ombra – Riflessione – Incertezza –

Il grigio fumo è una tonalità di grigio utilizzato spesso per tappeti
o strutture letto. Simbolicamente questo grigio indica un
territorio di mezzo, una terra di nessuno. Filosoficamente è un
invito a riflettere sulla propria condizione, quindi a porsi la
domanda: “Dove sono?”. Nel mito giudaico è il Dio Creatore che
rivolge questa domanda ad Adamo, dopo il cosiddetto peccato
originale. Egli chiese all’uomo: “Adamo dove sei?”. Questa
domanda serviva all’Adamo per riflettere sulla propria
condizione, sulla sua situazione di difficoltà dopo la
disubbidienza. Riflettiamo pertanto sulla nostra condizione
psicofisica e spirituale: dove siamo?
Questo colore ci riporta all’incertezza, ossia alla condizione
perfetta per riscoprire le proprie capacità. Se Adamo non avesse
riflettuto sulla propria condizione, sarebbe sicuramente morto,

poiché questo fu il comando di Dio in relazione al frutto proibito:
“Se ne mangerai, certamente morirai.” Ma Adamo non muore.
Perché? Sarà forse Dio bugiardo? Certo che no. Allora per quale
motivo Adamo resta in vita? Perché riflette sulla sua condizione,
ne discute persino con Dio, quindi i due trovano un
compromesso. Alla luce di ciò possiamo dire che quando
diventiamo capaci di sopportare l’incertezza diventiamo anche
maturi e più consapevoli della nostra condizione.
Suggeriamo pertanto di utilizzare il grigio fumo per dissipare
alcuni dubbi che abbiamo circa la nostra condizione di vita.
Sappiamo dove siamo? Sappiamo cosa vogliamo? Sappiamo
dove stiamo andando? È importante rispondersi a queste
domande prima di progettare il nostro domani.