Violetta di Parma

La purezza e l’umiltà
Luce Ombra
Purezza e umiltà Contaminazione e superbia

Il colore violetta di Parma deriva da una pianta appartenente al ramo più esotico della famiglia delle violette. Questa pianta ha fiori di lavanda di varie dimensioni, che emanano un profumo piacevole. Tale profumo ci parla di purezza, mentre la pianta riflette l’umiltà del suo essere presente in una vasta natura. La violetta di Parma non domina il mondo vegetale, forse non è neanche molto famosa, ma vive umilmente la sua condizione ed emana il suo gradito profumo.

Il colore in esame ci invita pertanto a riflettere su due qualità positive: purezza e umiltà. A queste corrispondono due qualità negative: contaminazione e superbia. Ognuno di noi è chiamato a scegliere la direzione da percorrere. Ricordiamoci che nel mito giudaico-cristiano vi era un cherubino che si contaminò con il peccato di superbia, perché voleva prendere il posto di Dio. Per questo fu gettato nell’inferno e divenne il Satana che tutti conosciamo – per sentito dire.

Questo mito ci insegna a stare attenti a preservare la nostra purezza. Chiediamoci cosa possiamo fare per frenare la nostra superbia, il nostro istinto di dominio. Spesso non siamo molto diversi dagli animali e molte volte riusciamo ad essere persino peggio di loro. Vi sono istinti e passioni che si nascondono nelle ombre della nostra psiche, che solitamente chiamiamo inconscio. È qui che si nascondono i nostri demoni. Ma quando tutta la nostra vita è pura, nessuno potrà mai ostacolarci, perché il Dio buono sarà dalla nostra parte.

 

Vuoi avere maggiori informazioni sui corsi del colore

 per fare una consulenza sui tuoi colori con Samya

per seguire un corso di formazione sui colori nella nostra Scuola del Colore 

Seguimi sulla pagina Facebook 

e sulla pagina instagram