Il Colore Celeste, l’archetipo del Guardiano, di colui che sulla soglia testa le capacitò dell’Eroe mettendolo alla prova; ma anche dell’Angelo Custode che ti protegge e ti nutre, ti accudisce e ti incoraggia.

Questo archetipo ha una doppia valenza, come, d’altronde, tutti gli archetipi.

 

ANGELO CUSTODE

Nella sua dimensione evolutiva (nella Luce) simboleggia l’Angelo Custode, il quale è riconducibile – in primis – alle figure genitoriali, alla madre e al padre.

L’Angelo Custode, quando si attiva in te, crea spirito d’unità e di comunione, ti sprona ad aiutare gli altri a sentire che sono protetti, amati e stimati. Ti incoraggia, ed incoraggia tutti, ad intrattenere rapporti positivi con le persone, creando l’ambiente dove ci si possa sentire a proprio agio e liberi di esprimersi con sincerità.

L’Angelo Custode nella sua parte oscura è anche castrante e divorante, tende a farti sentire in colpa: “con tutto quello che ho fatto per te…” è la classica frase; e tende a de-responsabilizzarti: “ci penso io, tu sei troppo piccolo…”, altra frase molto usata e molto dannosa per la psiche del bambino, ma anche per quella dell’adulto.

Un simbolo dell’Angelo Custode è l’Albero della Vita che continuamente ci nutre e ci sostiene. Esso è l’albero mistico che si trasforma in croce e rappresenta il più alto grado di sacrificio, quello del Cristo, morto per la salvezza dell’umanità. L’Angelo Custode è l’archetipo del genitore che si prende cura dei figli, è la Madre Interiore che ci nutre, sostiene, accudisce, che ci fa sentire protetti, amati, coccolati con morbidezza e delicatezza: si prende cura dei nostri bisogni, del nostro Bambino Interiore.

GUARDIANO DELLA SOGLIA

 

Il Guardiano della soglia, altra faccia dell’Angelo Custode, è colui che mette alla prova l‘eroe creandogli delle difficoltà: ne sonda la volontà e la rinforza. Il guardiano della soglia può avere tante forme: un nemico su cui l’eroe ha la meglio o che egli trasforma in alleato assorbendone l’energia; delle persone già alleate o vicine a lui che lo mettono alla prova con verità di cui non conosceva l’esistenza; oppure può essere dentro all’eroe stesso come profonda voce della coscienza che spesso entra in contrapposizione con la voce dell’ego.

Il Guardiano è rappresentato anche dagli ostacoli reali che si incontrano nella vita, i quali possono farci vedere e conoscere i nostri demoni interiori, le vecchie ferite emotive o i vizi che frenano la nostra crescita. Ogni volta che tentiamo di affrontare questi demoni essi ritornano, se possibile, con maggior forza, mettendoci in difficoltà per provare la nostra determinazione al cambiamento. Dianzi ad una situazione che ti blocca, che ti snerva, che ti prende energia e che ti atterrisce, tu devi necessariamente fermarti ad osservare per comprendere cosa stia accadendo, e come agire. Dunque, l’ostacolo è in realtà un grande insegnamento che, una volta superato, ci schiuderà la via per mondi sempre più luminosi.

Gli eroi che riescono nella loro missione considerano i guardiani della soglia come alleati utili e li sfruttano a loro favore per assumere una nuova forza e per cercare di non venir danneggiati, tutto ciò li rende più forti. Gli eroi, per eludere o vincere il guardiano della soglia imparano stratagemmi che gli saranno assai utili nel corso della loro esistenza. Naturalmente l’eroe sei tu, è la tua anima in perenne movimento, la quale attraverso gli archetipi fa esperienza e si nutre della volontà del divino.

 

DEFINIZIONE

 

“Il colore Celeste è la denominazione di una delle gradazioni del colore blu. Come indica il nome, è un tentativo di riprodurre il colore del cielo sereno. È una delle gradazioni più in uso in qualsiasi ambito come moda, confezionamenti, design degli interni e altri.” (fonte Wikipedia)

Il Celeste è un colore di comunicazione, di apertura verso gli altri, ed anche di ascolto. Nella frequenza del Celeste il tuo Angelo Custode potrà ascoltare le necessita sia tue che di coloro che ti circondano e che credono in te; e poi, di conseguenza, potrà comunicare nell’amore e nella luce. Mentre il Guardiano della soglia, utilizzando anch’egli la comunicazione, potrà farti comprendere (in maniera spesso anche assai dura) dove sei ancora fragile e dove è necessario che lavori interiormente.

Nel colore Celeste del Guardiano della soglia impara dunque a vedere le difficoltà e gli ostacoli come opportunità, come preziosi momenti di acquisizione di capacità che non avevi ancora sviluppato. Nel colore Celeste dell’Angelo Custode impara ad accogliere gli aiuti ed il sostentamento che ti arriva dalle persone amate, e di conseguenza impara anche tu ad elargire tali doni a chi ti sta intorno e si affida a te.