Il colore Blu Cobalto simboleggia la capacità di cambiare quando sentiamo che la nostra vita ha preso una direzione che ci ha condotti – o ci sta conducendo – lontani dalla visione e dall’approccio spirituale dell’esistenza.

Nella vita si fanno giri enormi, ed ogni percorso è un’esperienza, una prova, una sperimentazione tangibile della volontà dell’Anima di toccare con mano le molteplici possibilità che le si presentano “indossando un corpo umano”. L’anima, secondo la nostra visione della vita, sceglie dove, come e quando incarnarsi. Per questo motivo tutto ciò che accade nel corso della tua esistenza è, in una certa misura, cibo esperienziale per la tua anima. Ma naturalmente esistono dei parametri e del “limiti”. Uno di questi è dato dal nostro sonno e dalla nostra cecità. Infatti spesso non vediamo ciò che c’è da vedere e non cogliamo l’insegnamento portatoci dall’esperienza che stiamo facendo.

Quando capita questo, entriamo in un loop, in un circolo vizioso, in cui ripetiamo in continuazione azioni, esperienze e circostanze che non riusciamo a compensare né a digerire. Tutti abbiamo sperimentato questo stato di stallo doloroso. È come se ti trovassi in una spirale che gira vorticosamente ma che non ti conduce da nessuna parte. È come perdersi in un labirinto e non trovare mai l’uscita nonostante le migliaia di passi che diamo per liberarci. Ed ecco, quando sei che in questo loop, le situazioni perdurano o si ripetono tutte uguali: cambiano i luoghi, i personaggi della recita, i nomi e i tempi… ma le situazioni paiono essere un “eterno ritorno”.

Questo accade per amore. Direte voi ma che c’entra l’amore? C’entra perché l’Universo (chiamatelo come volete: Dio, il Creatore, gli dei, il Sé Superiore…) non desiste sinché tu non impari quello che c’è da imparare – o da capire – in una certa situazione. È come se ti facessero ripetere l’esame più e più volte, finché non sei pronto/a per compiere il passo successivo e per accedere alla classe – o dimensione – superiore di consapevolezza.

Alla luce di quanto detto, allora, tu osserva sempre bene ciò che ti accade, quello che stai vivendo in questo dato momento, le persone che hai attratto nella tua vita. Perché, se guardi bene, è tutto lì il segreto per capire ciò che la tua anima deve e vuole sperimentare. Ed ecco che, d’un tratto, quel circolo vizioso finalmente si interrompe, e tu puoi osservare come la tua esigenza di cambiamento adesso venga veramente accolta dalla tua anima. In quel frangente ringrazierai Dio, gli dei, il Sé Superiore… ma sarebbe bene che provassi gratitudine anche e soprattutto per te stesso/a, in quanto hai saputo vedere il labirinto dall’alto e scorgerne l’uscita. Questi sono i meravigliosi momenti in cui la tua pulsione alla spiritualità, di volta in volta, cresce e si fortifica. E riesci e vedere le cose da una prospettiva più alta, più distaccata e più eterea. Riesci persino a cogliere, in certi momenti di Satori (esperienza di risveglio spirituale), il vero senso della vita… ed è una cosa davvero meravigliosa!

Il cobalto è l’elemento chimico di numero atomico 27. Il suo simbolo è Co. Il nome deriva probabilmente dal greco kobalos, traducibile con folletto (ma vedi anche coboldo), “kobolt” in tedesco, probabilmente dato ai minatori tedeschi che incolpavano i folletti di fargli trovare un metallo inutile anziché il desiderato oro. È un elemento bianco-argenteo, ferromagnetico e molto duro. Il colore Cobalto è invece una gradazione fredda e desaturata del blu, storicamente creata attraverso la sinterizzazione del monossido di cobalto con l’ossido di alluminio a 1200°. È stata scoperta da Louis-Jacques Thenar nel 1802. (fonte Wikipedia)

Nel tuo color Blu Cobalto interiore cerca di riuscire a vedere e quindi ad interrompere quei loop in cui spesso ti ritrovi imprigionato/a. Sono situazioni di stallo, apparentemente causate dal mondo esterno, ma in realtà richiamate dalla tua anima che necessita di quell’esperienza per evolvere; e poi rese spesso perduranti dalla tua incapacità di cogliere l’insegnamento che esse ti portano in dono. Nel momento stesso in cui intraprendi la strada del cambiamento e “ti accorgi”, la tua spiritualità innata ti apre le braccia per farti sperimentare stati di connessione sempre più belli e profondi.