Il colore dello spazio, con effetto purificante
-Luce – Ombra –
– Purezza – Contaminazione –

Il colore blu cielo, lo dice il nome stesso, rimanda al colore
del cielo. È una sfumatura di blu-turchese e rimanda al colore
dello spazio. Il suo effetto è decisamente purificante, perché ogni
volta che guardiamo il cielo ci sentiamo più leggeri. Questa è
un’opera di purificazione interiore operata dal colore e dalla
vibrazione che esso emana.

Il blu cielo ci invita a riflettere sulla purezza, così da ricercare la
purificazione del nostro essere. Ricordiamo che la grande anima
Gandhi diceva:
“Quanto più puro cerco di diventare, tanto più mi sento vicino
a Dio.”

Quando ci purifichiamo, eleviamo il nostro essere verso le
dimensioni celesti. La vera bellezza dell’uomo consiste nella sua
purezza del cuore: questo è un altro insegnamento del Mahatma
Gandhi. Queste sono parole “blu cielo” che invitano l’uomo ad
avvicinarsi al Divino; non al Dio di qualche religione, ma al
Divino, cioè a quella Intelligenza pura che governa tutte le cose
e che immaginiamo simbolicamente nei cieli.

Secondo Gandhi, quando il cuore è puro, riusciamo a compiere
sempre il nostro dovere. È come se fossimo in costante
comunicazione con il Regno dei Cieli, così da ricevere sempre il

giusto consiglio. Essere puri infondo significa fare la cosa giusta;
è una forma di libertà di amare. Come diceva Sant’Agostino:
“Ama e fa’ ciò che vuoi”. Questo concetto è molto diverso dal
“fai quello che ti pare” tipico della gioventù contemporanea.
L’invito di Sant’Agostino è molto più profondo e conduce
l’uomo a fare ciò che riflette la propria natura muovendosi entro
i parametri dell’amore. Non vi è libertà più grande di questa.

In conclusione, il colore blu cielo ci ricorda l’importanza di
quella purezza che rende ogni uomo libero di agire nell’amore.
Tale colore produce un effetto purificante, che permette ad ogni
persona di avvicinarsi all’Intelligenza pura che chiamiamo Dio.